Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

45. Proverbi vecchi e nuovi

Una volta ho incontrato

un proverbio dei tempi andati.

Mi ha detto: meglio soli

che male accompagnati.

 

Trascritto sul mio taccuino

il saggio ammonimento

ho deciso là per là

di fare qualche esperimento.

 

Ho provato a giocare

da solo al pallone:

nel “dribblare” me stesso

ho fatto un ruzzolone.

 

“Giocherò a nascondino”,

ho pensato per confortarmi.

Mi sono nascosto:

ma poi come fare per trovarmi?

 

Ho provato perfino

a rincorrere me stesso;

mi sono stancato

con ben poco successo.

 

Io sarò fatto mal,

avrò poco cervello:

per me quel vecchio proverbio

non è che uno scioccherello.

 

Ora ho scritto sul mio taccuino

in bella calligrafia

un proverbio di mia invenzione:

stare soli è una brutta compagnia.