Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

47. Buongiorno alla scuola

Che deserto la scuola, tutta estate!

Chiuse le porte, le finestre sprangate,

l’aule parevan morte,

e nel silenzio severo

i banchi tante tombe al cimitero.

Ma una mattina la vecchia bidella

Si attacca alla campanella

E “dén! dén ! dén! “ la scuola si ridesta:

le finestre si spalancano

per godersi la festa,

il sole inonda l’aula,

salta sulla cattedra,

e con il dito d’oro del suo raggio

disegna sulla carta geografica

un meraviglioso viaggio…