Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

Le fiabe e le filastrocche di Saltabanco

La raccolta di fiabe e filastrocche di Saltabanco.
Ogni giorno (o quasi) una fiaba o una filastrocca. Potete vedere anche nell'area documentale, qui.
Buon divertimento!

Tutte le filastrocche qui raccolte sono state inventate da Saltabanco o raccolte tra quelle più belle di diversi autori, nel corso degli anni. Saltabanco è a disposizione di chiunque volesse qualche informazione o chiarimento in più.

361. Quattro signori di Casablanca

Quattro signori di Casablanca
stavano stretti sopra una panca,
quattro venuti da Francoforte
stavano chiusi dietro le porte,
quattro abitanti di Melegnano
stavano in piedi sopra un divano
e quattro marsàlici di Marsala
stavano a cuccia sotto una scala.

362. Cavallino arrò arrò

Cavallino arrò arrò,
piglia la biada che ti dò,
piglia i ferri che ti metto,
per andare a San Francesco.
San Francesco è sulla via
per andare alla badia.
Alla badia ci sta un frate
che prepara le frittate.
Le frittate non son cotte
mangeremo le ricotte.
Le ricotte son salate…
mangeremo le frittate

363. Cecco bilecco

Cecco bilecco
monta sullo stecco
lo stecco si rompe
e Cecco va sul ponte;
il ponte rovina
e Cecco va in farina;
la farina si staccia
e Cecco si sculaccia!

364. Pimpirulin

Pimpirulin piangeva
voleva mezza mela
la mamma non l'aveva
e Pimpirulin piangeva.
A mezzanotte in punto
passa un aeroplano
e sotto c'era scritto:
Pimpirulin sta’ zitto.

365. Un, due, tre

Uno, due, tre
la Peppina fa il caffè
fa il caffè con la cioccolata,
la Peppina è mezza matta.
Si è ammalata di gran dolore,
ha chiamato il dottore,
il dottore con le ciabatte.
Qui mi duole e qui mi batte,
qui mi sento una gran pena,
sor dottor, senza cena.